Ansia: se la conosci, NON la eviti (ma la vivi meglio!)

Ansia se la conosci non la eviti

Ce lo siamo detti un sacco di volte: la prima regola per affrontare l’ansia è NON evitarla. Lo so, lo so, è anche la primissima cosa che viene da fare. Del resto, a nessuno di noi piace vivere gli stati ansiosi. Il cuore batte veloce, il respiro è un po’ affannoso, la testa sembra poco lucida e il corpo è pervaso da quella spiacevole sensazione che stia per capitare qualcosa di brutto.

In generale, se proviamo a distrarci, l’ansia passa. Il cervello, portato a difenderci, registra che la reazione di evitamento ha come risultato un abbassamento dell’ansia, per questo sembra “programmato per evitare”. Sembra semplice, no?

Eppure l’ansia torna e, ogni volta, è sempre più prepotente e fastidiosa. Perché?

cat GIF by sheepfilmsRacconta, dai…

Ok! L’ansia è un segnale di allarme e, in particolare, comunica che qualcosa dentro di te non sta andando per il verso giusto. Forse stai reprimendo un’emozione? Ti senti costretto in qualche ruolo? Sei schiacciato tra (bi)sogni e doveri? Ognuno ha le sue ragioni. [La lista è infinita!]

Il punto centrale è che, se non l’ascolti, l’ansia urlerà sempre più forte.

 

Io la paragono, spesso, a un bambino che piange, perché vuole la sua mamma. Possiamo distrarlo con una caramella, facendolo giocare o accendendo la tv sul suo cartone preferito. Per un po’ se ne starà buono buono, poi riprenderà a piangere. E così via infinite volte, finché non accoglieremo il suo bisogno.

L’ansia è proprio come quel bambino che piange. Va ascoltata!

grumpy cat applause GIF

La fai facile tu, dall’alto della tua laurea in psicologia!

 

Uhm no. Riconosco che sia difficile, ma ti assicuro che è possibile imparare a riconoscerla e ascoltarla. Provo a riasumere come.

3 passi per ascoltare l’ansia

Vediamo tre piccoli passi per imparare a conoscere l’ansia e ascoltarla, anziché evitarla:

1. FAI UNA MAPPA DELLE SITUAZIONI ANSIOSE

Ogni situazione in cui si presenta l’ansia sembra diversa, eppure c’è sempre un filo conduttore. Annota su un diario quando si presenta, cosa stavi facendo, con chi eri, cosa ti passava per la mente e che emozioni provavi un secondo prima che scattasse.

2. RIFLETTI SULLA MAPPA

Ci sono dei punti comuni tra una situazione e l’altra? Forse, d’impatto verrebbe da dire di no, eppure…prova a guardare meglio. Concediti qualche minuto per rifletterci. Cerca di individuare un filo conduttoe che, in maniera non necessariamente precisa, colleghi le divese situazioni che hai annotato.

3. LA PROSSIMA VOLTA CHE SI PRESENTA…

…dopo aver fatto la respirazione diaframmatica (o un qualunque altro esercizio di respirazione per tranquillizzarti), prova a capire se quella situazione possa, in qualche modo, essere connessa al filo conduttore che hai individuato.

 

cat help GIFEhm, ho l’impressione che, da soli, si vada un po’ a rilento

 

Immagino, hai ragione. La cosa migliore, è quella di affidarsi a un esperto che conosca bene l’ansia e sappia aiutarti a “leggere meglio tra le righe”. In quel modo, non solo dovresti arrivare più velocemente a capire che cosa ti scateni ansia, ma sarà anche possibile mettere in atto qualche strategia per affrontarla (perché poi è per questo che stai leggendo questo articolo, o no?!).

Per facilitare la capacità di affrontare l’ansia, è nato il corso on-line “Ansia ti conosco”, in collaborazione con Fabiana Pozzi, floriterapeuta. Unendo le tecniche psicologiche con i fiori di Bach, ti aiuteremo a capire perché arriva l’ansia, ma soprattutto come affrontarla in maniera efficace.

Il corso “Ansia ti conosco” nasce per tutte quelle persone che NON soffrono di veri e propri attacchi di ansia o di panico, eppure l’ansia disturba spesso le loro giornate. Si tratta di persone che, giustamente, non vogliono intraprendere un vero e proprio percorso psicoterapeutico, ma desiderano capire perchè l’ansia debba essere così fastidiosa e vogliono trovare una soluzione efficace per affrontarla.

Il corso esce domani, non vedo l’ora di raccontarti tutto!!!!

About The Author

Alessia Romanazzi

Psicologa e psicoterapeuta. Aiuto le persone ad affrontare momenti di stress temporanei o prolungati. Insieme cercheremo la tua personalissima soluzione per superare il momento critico. Mi trovi in studio a Saronno e a Milano. Attraverso Skype in tutto il mondo!

COMMENTI FACEBOOK

Leave A Response

* Denotes Required Field